12 mar 2018

THE LACE REVIEW
VIAGGIO NEL CUORE DEL PIZZO LEAVERS

Pascal Gautrand
THE LACE REVIEW, VIAGGIO NEL CUORE DEL PIZZO LEAVERS

Su iniziativa del Comune di Calais, la Direction Générale des Entreprises e la Regione Hauts-de-France si associano per portare l’attenzione su una della perle dell’industria della moda e del lusso francese - il pizzo Leavers – attraverso una mostra itinerante progettata da Made in Town.

Insieme ai pittori e ai fotografi, i fabbricanti di pizzo fanno parte dei primi produttori di immagini. The Lace Review esalta la diversità del pizzo Leavers francese – uno dei fiori all’occhiello del lusso e della moda.

In Europa, intorno al 1830, la febbre alla meccanizzazione porta all'invenzione congiunta della fotografia e del telaio Leavers, due processi che hanno assicurato rispettivamente la riproducibilità delle immagini e dei modelli di pizzo. L'ingegnere inglese John Leavers rivoluziona il modo in cui si produce il prezioso tessuto - che fino ad allora era solo fatto a mano - grazie allo sviluppo di spettacolari macchine in ghisa che effettuano la tessitura dei capi con velocità ed efficienza, articolando migliaia di fili e quindi aumentando la sottigliezza e la delicatezza dei motivi.

Le città di Calais e Caudry, nella regione  Hauts-de-France, perpetuano così per due secoli i segreti della manifattura del pizzo Leavers che si impone per la sua eleganza e la sua infinita varietà di motivi. Il marchio collettivo Dentelle de Calais-Caudry® è una garanzia della sua autenticità. Sarte, produttori di corsetti, stilisti e marchi internazionali, tutti sono stati rapiti dalla sua magia e combinano la loro visione della femminilità con la creatività di ciascuno dei 14 atelier stabiliti sul territorio. Insieme, disegnano modelli che illustrano lo spirito dei tempi ed esaltano la moltitudine di possibilità offerte da questa tecnica.

The Lace Review evoca così la diversità di stili e dei diversi usi del pizzo Leavers e rende omaggio a 14 icone femminili che hanno rivoluzionato la loro era, rappresentata in un teatro ottico firmato dall'artista francese Pierrick Sorin. Ingegnosa, istintiva, sognatrice, impetuosa, elegante, fanciullesca, avventurosa, voluttuosa, ribelle, audace, delicata, dispettosa, emancipata, innamorata ...
Qualunque sia il suo carattere, il pizzo Leavers è l'ingrediente iconico che contribuisce all'inesauribile reinvenzione di la moda.

 

Le 14 manifatture di pizzo de dentelle Leavers coinvolte sono :

BEAUVILLAIN DAVOINE, made in Caudry
CODENTEL, made in Calais
COSETEX, made in Calais
DARQUER, made in Calais
DENTELLES ANDRÉ LAUDE, made in Caudry
DENTELLES MÉRY, made in Caudry
DENTELLES MICHEL STORME, made in Calais
DENTELLES TRADITION BOOT, made in Calais
DESSEILLES, made in Calais
JEAN BRACQ, made in Caudry
NOYON DENTELLE, made in Calais
RIECHERS MARESCOT, made in Calais
SOLSTISS, made in Caudry
SOPHIE HALLETTE, made in Caudry

 

Le 14 silhouette della mostra sono realizzate con l’utilizzo di pizzo « Dentelles de Calais-Caudry® » e si avvalgono del saper fare di artigiani e produttori Made in France: Atelier Aymeric Le Deun, Atelier Caraco, L’Atelier du Haut-Anjou, Atelier Jean-Pierre Ollier, Éventails Olivia Oberlin, Cécile Feilchenfeldt, Laulhère, Legeron, Ligia Dias, Méresse Concept, François Tamarin, Thomasine.

Le 14 silhouette della mostra sono state disegnate con la collaborazione di Jean-Philippe Evrard, dell’ufficio stile Martine Leherpeur Conseil / Xiao Qiao MLC, e sono presentate su manichini realizzati da  WINDOW FRANCE.

La prima tappa di questa mostra itinerante progettata e prodotta da Made in Town si svolge al  Museum of Contemporary Art di Shanghai.

thelacereview.com / Instagram / Facebook / #thelacereview

> Torna all'inizio

Puoi vedere anche

l'industrializzazione del colore naturale

L'INDUSTRIALIZZAZIONE
DEL COLORE NATURALE

Vêtements

In tutto il mondo oggi, i processi di tintura naturale sono al centro di dibattiti e discussioni nel campo del design tessile. Fondati sulla base di una varietà di ricette artigianali, spesso acquisite e trasmesse oralmente nel corso del tempo, questi procedimenti utilizzano metodi complessi che richiedono conoscenze trasversali di numerose discipline come la botanica, la geologia, la fisica o la chimica.

28 marzo 2015

Puisqu’on vous dit
que c’est possible

Arts

“Puisqu’on vous dit que c’est possible” prende in prestito il nome dall’omonimo cortometraggio di Chris Marker sul caso Lip nel 1973 (sciopero che ha avuto luogo nella fabbrica di orologeria Lip, ndr), momento clou della memoria operaia della cittadina di Besançon.

Vetreria La Rochère La Magia del vetro

Vetreria La Rochère
La Magia del vetro
[Made in Town TV]

Arts

Per promuovere il saper-fare e le caratteristiche della vetreria La Rochère, che si trova in Passavant-la-Rochère nel dipartimento francese della Haute-Saône, Made in Town ha condotto una serie di quattro brevi video girati nel cuore dei laboratori della società.