29 ott 2015

Cap dal Mas
IL GIOCO ETICO

Jean-Philippe Trapp
CAP DAL MAS IL GIOCO ETICO

Vista dell’atelier – progettato da Benoit Fabrega, il laboratorio Cap Dal Mas occupa due piani di un antico fienile in pietra a Saint-Amans-Soult

E’ tutta una questione di regole per Benoit Fabrega, il designer industriale che ha scelto di stabilirsi con la sua compagna in una casa-atelier ai piedi della Montagna nera, a Saint-Amans-Soult, per progettare giochi e giocattoli nel massimo rispetto ambientale.

Il piccolo fienile, ai piedi della montagna - Cap Dal Mas, letteralmente "la fine del paese" nel dialetto locale, prende il nome da quello dato alla casa dei suoi antenati, che si trova alla fine dell’agglomerato urbano

Sulle rive del torrente Esclayracs, al confine tra la lussureggiante natura e il tranquillo villaggio, Benoit Fabrega trae la sua ispirazione creativa dal paesaggio che lo circonda. Innanzitutto dalla sua famiglia, dal momento che l'avventura Cap dal Mas è iniziata circa dieci anni fa, quando la coppia ha avuto l'idea di costruire da sé i giocattoli di Natale per i loro nipoti, tradizione che continua ancora oggi con i loro due bambini. Dal suo laboratorio poi, un antico edificio in pietra che ha costruito nel tempo, che ha attrezzato con macchinari in legno moderni. E infine da Madre natura, con la quale è in relazione costante, sia per ricaricarsi sia per le sue sublimi risorse.

L’atelier Cap dal Mas – produzione di spade di legno, uno dei giochi più popolari della collezione

Più che una semplice rivendicazione, per Benoit Fabrega la produzione locale è un vero e proprio stile di vita: «E’ importante lavorare con del legno di qualità e con colle naturali per motivi etici. Si tratta di un cammino che richiede tempo, ma ne vale la pena». Il contatto umano è altrettanto importante: lo spirito di aiuto reciproco che anima la comunità di piccoli agricoltori della regione gli consente di approvvigionarsi delle più nobili materie prime - legno massiccio come il castagno, il ciliegio, il noce o il rovere – che trasforma liberamente secondo le proprie esigenze e i suoi desideri. Maestro del gioco, è l'unico a dettare le regole.

Cape Dal Mas partecipa al progetto Made in Town / Montagne Noire presentato dal 21 ottobre 2015 al 13 febbraio 2016 a Parigi, presso Made in Town.

 

www.capdalmas.fr

> Torna all'inizio

Puoi vedere anche

Mani e Macchine

Mani e Macchine

Objets

Raro documentario in colore, realizzato nel 1956, durante la Guerra Fredda, dalla United States Information Agency per promuovere i valori e l'immagine degli Stati Uniti in agli occhi della vecchia Europa. Questo film di 16 minuti mostra l'incontro tra pezzi unici artigianali e produzioni industriali in serie.

Made in Town Éditions Valérie Mréjen
29 e 30 marzo 2017

La moda è un arte
Valérie Mréjen
Made in Town Éditions

Arts

In occasione dell'edizione 2017 della fiera Made in France, che riunisce ogni anno i protagonisti della filiera tessile dell’abbigliamento francese al Carreau du Temple a Parigi, Made in Town presenta il progetto Déshabillé, un’opera dell'artista francese Valérie Mréjen in collaborazione con 24 aziende francesi.

Vetreria La Rochère La Magia del vetro

Vetreria La Rochère
La Magia del vetro
[Made in Town TV]

Arts

Per promuovere il saper-fare e le caratteristiche della vetreria La Rochère, che si trova in Passavant-la-Rochère nel dipartimento francese della Haute-Saône, Made in Town ha condotto una serie di quattro brevi video girati nel cuore dei laboratori della società.