03 nov 2015

IL RITORNO ALLE FONTI

Pascal Gautrand
IL RITORNO ALLE FONTI

Il torrente Arnette. Credit: Mapp'Rando.

La società consumistica starebbe entrando nell'età della maturità? Data l'eccessiva produzione di oggetti standardizzati, importata a basso costo, i modelli di consumo stanno subendo profondi cambiamenti. Consumare meno per consumare di più... Noi siamo ciò che mangiamo...

Dalla metà degli anni '90, i consumatori hanno preso coscienza che le loro scelte di consumo possono influenzare l’etica sociale e ambientale dei produttori. Il consumo responsabile è semplicemente una moda passeggera o il  segnale di una presa di coscienza sociale?

In una società satura di offerte, possedere non è più la questione principale del consumismo. Il valore fondamentale degli oggetti non è più limitato alla loro semplice materialità: sempre più spesso, è simbolico ed è il loro valore intrinseco che fa la differenza.

Sempre più esigenti e informati attraverso Internet, i consumatori del XXI secolo - spesso chiamati "Consum’attori" - sono più che mai in grado di punire i prodotti usa e getta e standardizzati che non riportano le loro condizioni di produzione con trasparenza; e con lo stesso spirito, intendono promuovere le produzioni locali, la cui storia, la cultura e la vicinanza geografica, sono in relazione diretta con i propri valori civici.

Il consumo diventa - per una parte sempre più ampia della società - un modo per eleggere i produttori più vicini alle loro affinità culturali ed etiche. La consapevolezza dei consumatori, a livello globale, che il consumo sfrenato è un vicolo cieco per il progresso sociale e ambientale, è uno dei principali asset per lo sviluppo economico delle piccole e medie imprese locali.

In questo contesto, saper produrre un prodotto di qualità non è sufficiente, i produttori devono anche imparare a esprimere i loro valori e le caratteristiche dei loro prodotti. Occorre saper dar loro visibilità e raccontare la propria storia per portare alla luce le specificità delle proprie produzioni.

Se il consumatore responsabile è un vero e proprio motore per l'economia locale, la questione cruciale per gli imprenditori e produttori locali è di saper mostrare e dimostrare con trasparenza e convinzione le loro scelte e gli impegni che conferiscono ai prodotti un fattore competitivo imbattibile.

> Torna all'inizio

Puoi vedere anche

AUBUSSON TESSE LA MODA BANDO DI CONCORSO PER LA CREAZIONE

AUBUSSON TESSE LA MODA
BANDO DI CONCORSO
PER LA CREAZIONE

Vêtements

Nell’ambito dei video-documentari realizzati localmente nei laboratori e nelle fabbriche di tessitura, Made in Town sostiene il sesto bando di concorco alla creazione della Cité internationale de la tapisserie et de l’art tissé di Aubusson.

Triangle Arts&Métiers, un quartiere dedicato ai saper fare
dal 3 all'8 aprile 2018

TRIANGLE ARTS&MÉTIERS
UN QUARTIERE DEDICATO ALL’ECCELLENZA
E AI SAPER FARE

Objets

Pop-up store, showroom, spazi espositivi ... Più di una dozzina di spazi raccolti nello stesso distretto, nel cuore di Parigi, aperti alla creatività e al saper fare in occasione dell'edizione 2018 delle Giornate Europee dei Mestieri d’Arte parallelamente all’evento "Futures en Transmission", coprodotto dall'Istituto Nazionale dei Mestieri d’Arte e dal Museo delle Arti e Mestieri.

Vetreria La Rochère La Magia del vetro

Vetreria La Rochère
La Magia del vetro
[Made in Town TV]

Arts

Per promuovere il saper-fare e le caratteristiche della vetreria La Rochère, che si trova in Passavant-la-Rochère nel dipartimento francese della Haute-Saône, Made in Town ha condotto una serie di quattro brevi video girati nel cuore dei laboratori della società.