26 nov 2015

LAURENT FOULCHÉ
L'ESPERIENZA DEL CUOIO
PER TUTTI I TIPI DI VIAGGIO

Léandra Ricou
Laurent Foulché  l'esperienza del cuoio per tutti i bagagli

Ogni mattina, Laurent Foulché, discende da Cammazes, lungo i rilievi della Montagna nera, per raggiungere il suo atelier-boutique a Revel. Pellettiere da molti decenni, lavora il cuoio per realizzare borse, bauli, cofanetti e accessori in pelle, tutti su misura. Il suo saper fare rispetto agli accessori di piccola pelletteria è anche applicato ai sedili di aerei privati.

Laurent Foulché al lavoro

Originario di Blois, Laurent Foulché inizia a lavorare la pelle, per caso, guidato dal suo amore per il cuoio e dal suo desiderio di «fare qualcosa di nuovo ogni volta.» Nel 1995, diventa il primo produttore di bauli di una casa di lusso parigina che era stata da poco rilevata. Installando il suo atelier a Revel nel 2012, realizza così un sogno di lunga data.

L'uomo, che si definisce sia designer che artigiano, ama trascorrere le sue giornate nel suo atelier, da un lato a contatto con la pelle - preferibilmente 100% biologica – da un lato a contatto con la macchina da cucire, per dare forma ai desideri dei suoi clienti. Tutto inizia con uno schizzo, da cui nasce la struttura in legno che andrà a sostenere la pelle e si conclude con il rivestimento in tessuto o cartone. «Ogni passaggio è eseguito manualmente.»  Sono necessarie decine di ore di lavoro minuzioso – anche 160 – per realizzare la maggior parte dei modelli di bauli.

L’atelier combina simultaneamente l'uso di macchine da cucire per la pelle e i tessuti, e delle piccole seghe per il taglio del legno.

A metà tra l'oggetto utilitario e l'oggetto decorativo, il baule evoca il viaggio, l’evasione e la rottura con la routine quotidiana, che viene organizzata metodicamente attraverso i suoi scompartimenti. Il quotidiano si fa lusso ed eleganza. Laurent Foulché restaura anche vecchie valigie e bauli da viaggio, consentendo così a degli articoli inutilizzati di riprendere il loro viaggio.


Il laboratorio è attrezzato per soddisfare la flessibilità richiesta dalle diversità tecniche della pelletteria.

L'artigiano va oltre i suoi limiti per mettere il suo know-how al servizio di jet privati, i cui componenti interni riveste di pelle. L’aeronautica rappresenta ora la maggior parte del suo business. Nonostante i vincoli dovuti a una normativa rigorosa - per ovvie ragioni di sicurezza - il creatore di bauli adatta la sua tecnica e gode nel lavorare in questo settore che però lascia poco spazio alla creatività. «Ogni aereo è unico, ogni pezzo è unico.» Su piccola o grande scala, l'arte di Laurent Foulché conserva il suo carattere raro e prezioso.

Laurent Foulché partecipa al progetto Made in Town / Montagne Noire  presentato dal 21 ottobre 2016 al 13 febbraio 2016 a Parigi presso Made in Town.

laurentfoulche.fr

> Torna all'inizio

Puoi vedere anche

Made in Town presenta la piattaforma italiana Monteneri.
dal 26 sett. all'8 ott. 2016

Monteneri
Unire design, saper fare e tecnologia

Objets

In occasione della settimana della moda parigina, Made in Town presenta la piattaforma Monteneri, lanciata nel 2015 e dedicata al saper fare applicato alla moda e al design di cui Made in Town cura la strategia di sviluppo.

Vetreria La Rochère La Magia del vetro

Vetreria La Rochère
La Magia del vetro
[Made in Town TV]

Arts

Per promuovere il saper-fare e le caratteristiche della vetreria La Rochère, che si trova in Passavant-la-Rochère nel dipartimento francese della Haute-Saône, Made in Town ha condotto una serie di quattro brevi video girati nel cuore dei laboratori della società.