12 lug 2017

Nadine Glerperlur
la perla di vetro

Mathilde Clément
Nadine Glerperlur, la perla rara di vetro

Nel suo laboratorio a Kopavogur vicino a Reykjavik, Nadine Martin produce a mano dal 2007 perle di vetro che trasforma in gioielli che incorpora accuratamente in alcuni oggetti di uso quotidiano. Ha scoperto da giovane la lavorazione del vetro durante un soggiorno in Francia, suo paese d'origine, e si è appassionata a questa pratica che la affascina fino a trasformala in una professione.

Credits: Nadine Martin

Prima di stabilirsi in Islanda, Nadine Martin ha lavorato in Francia come odontotecnico. «Ho trovato nella pratica del vetro alcune similitudini con la mia professione di odontotecnico: la saldatura a fiamma, la ricerca della forma, la minuziosità dei gesti, la concentrazione.»​ Questa regolarità, la raffinatezza dei gesti oltremodo calcolati si confrontano con l'imprevedibilità della lavorazione del vetro. E, in effetti, è molto difficile riprodurre in modo identico le perle.

«​Amo le forme classiche, le perle tonde, i tagli cabochon e le ciambelle. Il rigore dei motivi simmetrici mi corrispondono e amo giocare con questi insieme alla trasparenza del vetro. Mi piace lavorare a modelli estremamente difficili che cerco di realizzare alla perfezione.»​ A causa della mancanza di fornitori di baguette di vetro in Islanda, Nadine è costretta a ordinarle su Internet. Un'operazione che si dimostra a volte complessa poiché è difficile giudicare i colori delle baguette di vetro dietro schermo del suo computer. Per quanto riguarda la realizzazione dei suoi gioielli, Nadine utilizza argento sia per le finiture sia per i rivestimenti.

Credits: Nadine Martin

«​Anche se mi piacciono i colori caldi (l’ocra, il giallo, il rosso) o i motivi che ricordano per esempio il Marocco, la mia scelta di colori ricade innanzitutto su quelli che meglio rappresentano l’Islanda come il colore delle montagne in autunno, il muschio, la lava, il cielo sbiadito e nuvoloso. Tutti i colori della natura che possono essere scoperti nei bellissimi paesaggi d'Islanda in ogni stagione, con la sua particolare luminosità.»​

https://nadineglerperlur.wordpress.com/

> Torna all'inizio

Puoi vedere anche

l'industrializzazione del colore naturale

L'INDUSTRIALIZZAZIONE
DEL COLORE NATURALE

Vêtements

In tutto il mondo oggi, i processi di tintura naturale sono al centro di dibattiti e discussioni nel campo del design tessile. Fondati sulla base di una varietà di ricette artigianali, spesso acquisite e trasmesse oralmente nel corso del tempo, questi procedimenti utilizzano metodi complessi che richiedono conoscenze trasversali di numerose discipline come la botanica, la geologia, la fisica o la chimica.

LA MISURA DEL TEMPO Made in Town, Vol.4
Dal 25 novembre 2014 al 17 gennaio 2015

LA MISURA DEL TEMPO
Made in Town, Vol.4

Vêtements

Per qualche settimana, Made in Town si trasforma in un laboratorio di confezione artigianale di pantaloni. Situato nel centro dello spazio, in piena luce, il piano di lavoro diventa la scena di un elegante balletto in cui le mani degli artigiani fanno danzare gli strumenti e le stoffe al ritmo delle vostre misure.

Vetreria La Rochère La Magia del vetro

Vetreria La Rochère
La Magia del vetro
[Made in Town TV]

Arts

Per promuovere il saper-fare e le caratteristiche della vetreria La Rochère, che si trova in Passavant-la-Rochère nel dipartimento francese della Haute-Saône, Made in Town ha condotto una serie di quattro brevi video girati nel cuore dei laboratori della società.